I Colori in casa

Non esistono colori giusti e colori sbagliati in casa in termini assoluti, una casa deve parlare di te e i colori si devono armonizzare anche e soprattutto con l’arredamento che scegli per la tua casa. Se vogliamo essere pignoli, possiamo solo dire che il nero, in genere, non è adeguato ad un appartamento, ad un’abitazione in generale, sa troppo di “Famiglia Addams”, rende tetro l’ambiente e restringe gli spazi. A meno che non ti senta “Zio Fester” te lo sconsigliamo, quindi, mentre una casa tutta bianca ha poca personalità, fa tanto ospedale.

Il bianco può essere un colore spesso considerato non colore che rende luminosa la casa e si adatta perfettamente ad un arredamento “Total White” ma necessita di stacchi di colore vivacizzante o comunque che costituisca uno stacco deciso, netto, non un colore pastello che risulterebbe troppo debole ma in un arredamento di quel tipo, una parete minore in verde brillante, in blu o in giallo, può essere l’ideale per far staccare l’occhio da troppo bianco.

I colori servono anche per dare impressioni ottiche che modificano l’ambiente: un lungo corridoio può essere armonizzato dando un colore chiaro o bianco alle pareti terminali mentre un colore in tonalità leggermente più scura, al limita in questo caso anche pastello, soprattutto in colore freddo accorcia la lunghezza del corridoio dando una sensazione di maggiore armonia degli spazi.

Ovviamente il contrario se l’obiettivo è quello di dare maggiore profondità ad un corridoio che si ritiene troppo stretto. Esiste una scienza che studia l’effetto dei colori sulla psiche della persona e, sembra in base a certe teorie, anche sulla salute delle persone che vi soggiornano, soprattutto rispetto allo stato di eccitazione o di rilassamento. Sarebbe opportuno non pitturare mai stanze da letto con colori caldi particolarmente vivaci perché è provato che questi hanno un effetto stimolante sul sistema nervoso, tonificante, quindi in contrasto con il buon riposo: No, quindi, al rosso, arancione, giallo vivace nella camere deputate al tuo riposo.

Il Verde, secondo le teorie della cromatologia, ha effetto positivo sulla circolazione sanguigna e sulle funzioni cardiache mentre il blu, nelle sue varie tonalità, ha effetto rilassante. Il viola, collegato secondo la medicina tradizionale indiana al Chakra superiore, sarebbe importante nella meditazione, nelle funzioni più spirituali della psiche umana.

I migliori abbinamenti di colori

In un appartamento con un arredamento moderno, ottimo è l’abbinamento del bianco con almeno una parete su un colore di tonalità blu chiaro/azzurro scuro, molto elegante e accogliente. Meglio se accompagnato da un tappeto blu a sua volta e qualche elemento di arredo, soprammobili e altri complementi su arancione. Uno stacco eccellente, vivace ed elegante nello stesso tempo quello proposto ma se vuoi dare ancora più carattere alla tua casa, almeno all’ingresso prevedi una parete grigio chiaro, tendente al perla che introdurrà al contrasto bianco/blu del tuo salotto o soggiorno. Luci applicate alle pareti doneranno un’illuminazione ideale alla tua casa.

Naturalmente tutto quanto detto perde di validità su un arredamento più classico in cui il bianco contrasterà da solo in modo naturale con il colore noce o ciliegio dei mobili, soprattutto se di arte povera o rustico. Se, invece, hai scelto un arredamento in più colori diversi, vivace, collocarlo in un ambiente con pareti colorate che già da sole attraggono l’attenzione, rischi di avere un appartamento troppo caotico dal punto di vista cromatico che risulterebbe poco piacevole all’occhio.

Meglio, in questo caso, prevedere un colore magari anche di carattere per le pareti ma che non facciano a gare con i colori dell’arredamento. Ottimi colori neutrali come un giallino o un grigio elegante e sobrio nello stesso tempo, che mettono in risalto il colore dell’arredamento pur senza risultare troppo neutrali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here