Recuperare un sottotetto con materiali Bio

recuperare sottotetto materiali bio bioedilizia sostenibile

Bioedilizia e ristrutturazione sostenibile: ampliare la volumetria della propria abitazione o creare un appartamento completamente autonomo, con la ristrutturazione e il recupero del sottotetto con materiali biologici.

Bioedilizia: istrutturazione sottotetto sostenibile

In molte case sono presenti strutture sottotetto assolutamente inutilizzate o usate giusto per riporre quel qualcosa che non ti va di buttare per mille motivi ma che, alla fine resta abbandonato per anni. In linea di principio, quando non tocchi o nemmeno più ti ricordi di una cosa per due o tre anni, significa che con molta probabilità non ti servirà mai più, quindi tanto vale disfarsene. In questo modo il sottotetto resta davvero inutilizzato, perché non recuperarlo in modo da renderlo utile per qualcosa? Un’idea può essere uno spazio per tuo figlio, un’area studio oppure per ricevere degli amici senza disturbare la tua vita o per te stesso, per ricavare un locale rifugio o ancora un locale per gli ospiti. Lasciarlo inutilizzato è un vero peccato. La prima cosa da fare è dare luce e aria al locale, prevedendo lucernari, finestre velux, che sono in grado di dare uno spaccato verso il cielo e aprendosi dare aria all’ambiente. Il problema delle finestre Velux è il rischio di lasciarle aperte con il rischio che un improvviso temporale allaghi il locale con gravi danni. Prevedi di installare questo tipo di finestra motorizzato con un sensore di pioggia in modo che il Velux si chiuda automaticamente nel caso cominci a piovere.

Perchè utilizzare materiali bio per recuperare un sottotetto

Un’idea apprezzabile è di utilizzare materiali bio per la ristrutturazione, un atto di rispetto per l’ambiente e per te stesso che ti troverai a vivere in un ambiente sano e scevro di rischi per la tua salute e quella dei tuoi cari. In un sottotetto ci sono sempre le zone ad altezza inferiore, soprattutto laddove due spioventi del tetto si incontrano, uno spazio di difficile utilizzo: colloca in quell’area un bagno, non sarà il massimo della comodità ma non ci devi passare tanto tempo, in fondo, dando la priorità di spazio agli ambienti vivibili. Colloca la zona letto nella parte più distante dai lucernari, riposerai meglio mentre nell’area destinata al soggiorno/cucina avrai più luce e aria. Per l’intonaco delle pareti usa dell’argilla anche conosciuta come terra cruda che ha la proprietà di assorbire l’umidità in eccesso e rilasciarla qualora l’aria sia eccessivamente secca, mantenendo così l’umidità dell’ambiente intorno al 40%, un livello ideale per l’abitazione. L’argilla ha anche il potere di contrastare la proliferazione di muffe e assorbe i cattivi odori: è considerato un materiale riconosciutamente anallergico.

Altri materiali Bio di recupero e per pulizia ambiente

Immancabili, in qualsiasi sottotetto, i travi in legno che vanno assolutamente tenuti a vista e valorizzati ma nel contempo anche protetti per allungare la loro vita. Ottimo a questo scopo l’uso di oli vegetali che nutrono il legno, contrastano l’eccessiva secchezza che porterebbe a crepe e mantiene il legno luminoso e bello da vedere, un risultato apprezzabile nel pieno rispetto della natura. Prima di trattare le travi con oli vegetali puoi provvedere all’impregnazione per dare una protezione più profonda. Questa operazione la puoi realizzare con un composto di sali di Boro e leganti vegetali, quindi senza l’uso di sostanze che possono costituire nocumento per la salute. Le travi così trattate risulteranno protette nelle loro caratteristiche materiali e impermeabili all’umidità.

Per i pavimenti la soluzione che riteniamo più adeguato un parquet in rovere naturale, spazzolato e anticato ma rigorosamente con terre colorate e reso lucido e protetto attraverso cere naturali da rinnovare periodicamente che proteggeranno a lungo il tuo pavimento. In quest’ambiente i mobili devono essere rigorosamente in legno massello o materiali riciclati per continuare nell’opera coerente di protezione della natura e del tuo nuovo ambiente. Mentre ci sei, anche per le pulizie utilizza prodotti ecologici il più naturali possibile come prodotti a base di cera d’api per i mobili, acqua saponata con Marsiglia per i pavimenti, acqua e aceto per i vetri e specchi. Creati, dunque il tuo ambiente Bio, una fetta di natura in casa tua.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here