Decorare casa: meglio quadri antichi o moderni?

quadri in casa

Per riuscire a dare il giusto tono all’arredo di casa, potrebbe essere un’idea quella di decorare le mura con dei quadri. Il dipinto deve colpire, trasmettere sensazioni, quindi spesso dimentichiamo di controllare se con il design di casa va meglio il quadro antico o il quadro moderno. Tralasciando in tal sede l’utilizzo dei quadri d’autore che dal loro canto hanno la loro importanza in fatto di stile, vediamo qui come fate a scegliere un dipinto, sia esso antico o moderno, a seconda dell’ambiente che abbiamo a casa.

Scegliere i dipinti in base alla stanza in cui vanno

La prima cosa che abbiamo valutare è la stanza in cui il dipinto andrà. Un simile complemento d’arredo deve sposarsi bene con divani, sedie, tavoli, poltrone, tappeti, vetrine e lampadari. Deve essere cioè in grado di attirare l’attenzione all’interno dell’ambiente in cui verrà collocato. Questo vuol dire che se in una stanza potremo utilizzare un quadro antico perché i complementi d’arredo lo permettono, nell’altra potremo usarne uno moderno, a seconda delle esigenze.

Un quadro moderno ad esempio fatto di fiori e nature morte si può abbinare bene alla stanza da pranzo. Un quadro antico viceversa con figure classiche e mitologiche va bene nel salotto. I ritratti invece sono ideali per l’ingresso. Le immagini sacre per la camera da letto.

Stili e colori d’arredo devono fare pendant con il quadro

Gli spazi, i materiali e i colori sono tre componenti essenziali in grado di dare armonia alla casa. Ed è per tale ragione che devono combinarsi ed incastrarsi alla perfezione con i quadri che andremo ad appendere alla parete.

Quando scegli il quadro non dimenticare mai lo stile dell’abitazione. Se hai una casa in stile vittoriano o neoclassico, i dipinti antichi sono i migliori per valorizzare tutto l’arredo. Meglio poi se le cornici sono importanti. Viceversa per un design minimalista e contemporaneo, andranno bene quadri moderni dal tono astratto.

L’opera va scelta anche in sintonia con l’atmosfera di casa. Possono essere accostati tra loro quadri moderni a antichi purché non si appesantisca l’aria di casa.

Come dare un tocco originale a casa

I quadri sono un valido complemento che può dare alla casa un tocco di originalità. Questo perché se usati con criterio possono rappresentare un mix di stili combinando tra loro dipinti e complementi appartenenti a categorie stilistiche del tutto differenti. Chi lo dice che in una casa moderna e hi-tech non si possa inserire n’opera antica? La cosa è fattibile purché si scelga una tela possibilmente grande e dalla cornice ricca, inoltre bisogna metterla al centro della parete per attirare tutta l’attenzione su di lei.

I colori dell’abitazione

Infine la combinazione perfetta deve avvenire anche tra quadri e colori dell’abitazione. Arredare con gusto vuol dire infatti affidare al criterio la scelta dei colori, i quali a loro volta devono essere perfetti per i quadri e le tele che intendiamo appendere sulla parete. Il gioco di contrasti non è mai troppo, è uno strumento come un altro per dare eleganza e raffinatezza a tutta la casa. In questo caso potrebbe andare bene un dipinto figurativo e uno contemporaneo fatto di pochi colori, se le nuance della casa sono forti.

Abbinamento con i mobili

Le opere vanno assolutamente abbinate oltre che ai mobili anche ai tessuti, altrimenti si rischia di avere l’effetto contrario, creando un ambiente kitch.

Se vuoi che l’attenzione non venga posta sui quadri, allora bisogna abbinarli a mobili e tessuti contrastanti. Viceversa per valorizzare l’opera e fare in modo che lo sguardo cada su di essa, i mobili e i tessuti non ne devono distogliere l’attenzione, quindi devono essere tenui e raffinati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.