Come scegliere un divano di design per stare comodi in casa

divani di design

Il divano è, per eccellenza, il posto su cui ci si siede o ci si sdraia nei momenti in cui ci si vuole riposare o rilassare. Che sia per guardare la TV, per bere un caffè o per rilassarsi con il proprio amico a quattro zampe, è importante che il divano sia comodo e sufficientemente grande anche per potersi sdraiare.

Quindi il divano deve essere funzionale, cioè comodo, per poter assumere una posizione seduta che non crei problemi alla schiena oppure per potersi sdraiare e appisolare, anche per poco tempo, prima di riprendere le attività della vita quotidiana. Tuttavia un altro aspetto da non tralasciare è quello estetico: il divano non deve essere solo comodo, ma deve sposarsi con il resto dell’ambiente in cui è posizionato.

Gli elementi da considerare nella scelta di un divano di design

Proprio per questo motivo si scelgono dei divani di design che siano belli da vedere, ma anche comodi per rilassarsi, come quelli che trovi qui. Il primo elemento da considerare quando si vuole scegliere un divano di design per la propria zona living è la dimensione della stanza.

In base a questo elemento, infatti, si può optare per una tipologia di divano piuttosto che per un’altra: sul mercato sono presenti divani di diverse dimensioni, ad angolo, con letto, con vano contenitore o portaoggetti. Insomma, le soluzioni sono davvero tante e vanno incontro a gusti ed esigenze molto diverse.

Per quanto riguarda le dimensioni standard di un divano da due posti, sono di circa 150-180 cm di larghezza; per un divano da tre posti, invece, le dimensioni sono di 180-240 cm di larghezza. Tuttavia, esistono anche divani di dimensioni maggiori e queste variano a seconda del modello o dei numeri di posti a sedere.

La dimensione della stanza in cui collocare il divano, dunque, è fondamentale: è necessario che venga lasciato lo spazio sufficiente per passare agevolmente fra il divano e gli altri mobili che fanno parte dell’arredo. Infine, un altro elemento da considerare nella scelta del proprio divano di design è lo stile di arredo della propria casa: in sintesi, il divano scelto si deve ben sposare con il resto degli elementi di arredo.

Le tipologie di divani di design

Fra le tipologie di divani di design più comuni troviamo il divano tradizionale, quello in cui le persone possono sedersi una accanto all’altra e che spesso è accompagnato anche da sedute supplementari. Più comunemente questi divani sono a due o tre posti.

C’è anche il divano ad U, l’ideale quando si voglia fare conversazione sul divano e che può ospitare da 8 a 10 persone.

Il divano con chaise-lounge è il tipico divano da relax in cui è possibile sdraiarsi comodamente oltre che conversare piacevolmente durante le proprie serate.

Il divano ad L è una tipologia simile al divano con chaise-lounge, molto scelta soprattutto negli ambienti open space.

Come visto, un elemento importante per scegliere il proprio divano di design è lo stile di arredo della propria casa: da questo dipenderanno fattori come i materiali, i colori e la forma del divano. Esistono divani più moderni e minimali (in cui però non viene meno il comfort) oppure modelli più classici che ben si adattano a stili di arredo più tradizionali. Per quanto riguarda i materiali, possono andare dal tessuto (più adatto ad ambienti classici) o alla pelle ed ecopelle (perfette per ambienti più moderni).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.