Trend di colori per tinteggiare casa

Quando decidiamo di imbiancare casa, dobbiamo tenere conto di una serie di fattori che si ricollegano previamente allo stile di tutto l’arredamento. Tuttavia, come pratica in sé e per sé, la tinteggiatura di cada si appresta ad essere facile e intuitiva, anche perché serve per ribaltare completamente l’aspetto di casa. La scelta dei colori in tal verso è molto importante, e stando alle regole di stile e design, ogni stanza ha il suo pezzo forte in atto di nuance.

Se l’intento è quello di ricreare un aspetto per le pareti molto semplice possiamo anche rimboccarci le maniche e fare da soli. Se invece ambiamo ad un tipo di lavoro più professionale, ingegnoso e di stile occorre rivolgersi a dei professionisti. In tal verso è possibile raccogliere info a riguardo su easyprof.it

Come tinteggiare il soggiorno

La prima stanza a cui bisogna dedicare attenzione è di certo il soggiorno. In questo caso come passo iniziale si deve badare bene allo stile di tutto l’ambiente. Detto più semplicemente, se abbiamo scelto uno stile classico, ci dobbiamo attenere a colori tenui e non troppo stravaganti: quindi sì al colore bianco o ai delicati pastello che possono dare luce alla stanza e mettono in risalto le forme dei complementi d’arredo. Viceversa per uno stile tutto moderno andranno bene colori vivaci, anche a trame particolari, che richiamino le forme e le consistenze dei mobili di tutto il soggiorno. E ancora se lo stile è industrial, il grigio cemento non può mancare.

Per gli amanti del design scandinavo, fondato sul colore bianco il trend del momento è dato da pareti alternate di due colori, ma almeno una delle tonalità deve essere total white.

Quali sono i trend per la camera da letto e per la cameretta

Passando alle stanze da notte, esse sono quelle più divertenti da imbiancare. In particolare la stanzetta per i bambini deve richiamare l’allegria e la spensieratezza tipiche dei più piccoli. No dunque ai colori scontati e banali del blu e del rosa per distinzione di sesso. Meglio un gioco di colori non affatto banali, scelti magari dai più piccoli, in maniera tale che non solo rispettino i loro gusti ma vadano anche incontro allo stile tipico della stanzetta. Giocare di fantasia, magari decorando le pareti con adesivi e stencil divertenti, che siano scelti previamente dai più piccoli con i loro animali e/o personaggi preferiti.

Per la camera da letto degli adulti, uno dei colori di tendenza maggiore da qualche anno è quello glicine o lavanda, diffuso molto nelle stanze più chic degli italiani. Il colore viene molto amato e non accenna ad essere archiviato dalla moda. Questo perché, così come altri colori, quello lavanda ha un espresso richiamo ad immagini rilassanti fatti di sensazioni pacate, e di emozioni pacifiche. Ci si addormenta in quest’atmosfera fresca e instancabile, in abbinamento con uno stile altrettanto frizzante ed intramontabile

I colori della cucina

La cucina è un’altra stanza di casa facilmente imbiancabile. Diciamo pure che vale lo stesso discorso della stanzetta per i più piccoli: giochi e fantasia sono gli ingredienti segreti per un colore che piaccia a tutti e che faccia pendant con tutto l’ambiente. Qualunque sia lo stile della nostra cucina, sbizzarrirsi e decorare con adesivi potrebbe essere una valida alternativa per il nostro

Lo stesso discorso tuttavia non può valere se abbiamo optato per un ambiente aperto con pareti “ornate” di pensili. In questo caso ci vuole un colore di stile, elegante e più serioso che si intoni con i mobili sia della cucina che del soggiorno. Un colore evergreen è ad esempio il giallo paglierino, ideale per la cucina classica con mobili in legno: viceversa per una cucina moderna meglio il colore bianco decorato con forme astratte o geometriche per le piastrelle.

Le pareti del bagno

Infine resta un’altra stanza della casa che spesso viene sottovalutata ma che in vero ha la medesima importanza di altre, ovvero il bagno. In molti infatti ignorano che il bagno è il biglietto da visita ideale in caso di ospiti a casa. Non bisogna quindi arredarlo con casualità, né tantomeno scegliere i colori della parete con superficialità. Così come altri ambienti del nostro nido infatti va tinteggiato in base al suo stile. Tuttavia al di là del colore scelto, va sempre imbiancato con pittura antimuffa, anche perché parliamo di una stanza che racchiude molta umidità, che rischia, in caso di poca manutenzione, di macchiare la parete e di creare degli aloni gialli che danno una sensazione di sporco. Invece con le giuste accortezze questo rischio non si corre proprio ma invece si può creare la giusta atmosfera ad hoc senza problemi di alcun tipo.

È palese dunque che in linea generale, ogni stanza ha la sua regola per le pareti, ma una cosa va comunque sempre detta. L’attenzione allo stile e al design ci vuole, ma in vero ciò che conta maggiormente è il proprio gusto personale. Se quindi chiediamo all’imbianchino di accontentare le nostre esigenze e di rispettare lo stile dell’ambiente, potremo dire di avere una casa perfettamente tinteggiata.

Articolo scritto in collaborazione con : Easyprof.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.